Leonardo, una
storia di
speranza.

La strada per la cura non è facile ma ci ha portati al futuro di Leonardo.

Una speranza contro la talassemia: la battaglia vinta da Leonardo.

In Sardegna la talassemia è di casa, purtroppo. Una malattia genetica del sangue che destina inesorabilmente ad una vita dipendente, nel migliore dei casi, da una trasfusione periodica. Oggi però di fronte alla malattia esiste una concreta speranza in più. Passo dopo passo, la ricerca scientifica sta ottenendo risultati sempre più incoraggianti e sorprendenti, soprattutto se si interviene in giovane età. Come è accaduto per Leonardo, 7 anni, di Cagliari. Leonardo ha fatto la sua prima trasfusione di sangue quando aveva solo 6 mesi e poi da lì, ogni due settimane.

Poi due anni fa è stato sottoposto alla terapia genica dell’Istituto San Raffaele Telethon (SR-TIGET) di Milano, e oggi sta bene e non ha più bisogno di trasfusioni. Durante la terapia Leonardo non si è mai perso d’animo, l’amore della sua famiglia, il sostegno dell’équipe e la sua musica preferita gli hanno permesso di affrontare anche le prove più difficili con grande coraggio.

Oggi Leonardo deve sottoporsi ogni 6 mesi ai controlli al SR-Tiget, ma grazie alla ricerca la sua vita è cambiata così come il suo futuro: perché ora è fatto di prospettive positive e di possibilità prima insperate. E mamma Emanuela non lo nasconde: “Lui è il simbolo di quanto la ricerca, insieme a chi la sostiene, può veramente fare la differenza”.